Hotel
Hotel 2
Hotel 3
Hotel 4
Apri la sezione del contenuto

Giardini

Giardini

GIARDINI DI VILLA HANBURY: (Ventimiglia)
Thomas Hanbury iniziò nel 1867 lo straordinario lavoro che avrebbe reso la sua proprietà uno dei giardini più famosi al mondo: aiutato dal fratello Daniel, crearono il giardino di acclimatazione. Inserirono prima delle piante provenienti da tutta Europa, per poi espandere il giardino con varietà di piante sudafricane, australiane e americane. Il giardino assumeva anche il ruolo di ricerca farmaceutica sulle piante e sul terreno particolare sulle quali crescevano.
Classificato una dei giardini più belli d'Italia, preserva al suo interno piante, percorsi naturali che si snodano all'interno del suo enorme parco  e le tante iniziative culturali lo rendono un vero e proprio polo d'attrattiva dalla primavera con le sue fioriture all'autunno.

GIARDINO E VILLA ORMOND 
Ubicato nella zona a levante di Sanremo, questo famoso giardino comunale annovera una grande quantità di piante suddivise in un “andamento a stanze” che ne rende scenografico ogni angolo. Dai cedri ai giganteschi ficus sui quali Calvino amava arrampicarsi, passando dalle palme fino al lato in stile giapponese, e poi il coloratissimo roseto con le piante esotiche. Alla sommità del parco sorge una villa,in stille Liberty, ricostruita sotto le direttive dell’architetto ginevrino Réverdin per ordine dell’imprenditore svizzero Michel Louis Ormond. Nel parco sono presenti anche una splendida fontana disegnata da Pietro Agosti, al tempo proprietario del luogo prima che il Comune lo acquistasse per renderlo pubblico nel 1930.


GIARDINO PALLANCA
Situato su una sporgenza rocciosa a picco sul mare nel comune di Bordighera, questo splendido giardino è un tripudio di piante grasse e succulente. Aperto al pubblico nel 1989, nacque però ben prima quando nel 1910 Bartolomeo Pallanca, mosso dalla passione ereditata lavorando con il padre Giacomo e il botanico tedesco Winter, decise di mettersi in proprio aprendo un vivaio che , salvo le difficoltà riscontrate nel periodo della Prima Guerra Mondiale, crebbe sempre di più fino ad arrivare a ospitare più di tremila specie di piante divise tra serre e zone di provenienza in circa 10.000 metri quadrati.  Curiosa la presenza di una Copiapoa cilena con oltre 300 anni di età.   


Prenota